K per Chitarra Basso

K_for_Bass_Guitar.png

Una generazione emergente di suonatori di basso elettrico sta arrivando alla consapevolezza che gli amplificatori per basso tradizionali non hanno l' estensione alle alte frequenze per poter riprodurre il suono full-range del loro basso elettrico preferito. Sia nella tecnica slapping, walking, peddling o a scorrimento fretless, le sfumature della tecnica moderna si sono evolute. Guidato dell' udito dei bassisti, dai loro strumenti, direttamente attraverso la console di registrazione, il suono dei bassi contemporanei è molto più complesso e sottile di quanto non fosse in tempi precedenti.

Per saperne di più

L’ amplificatore tradizionale per basso è progettato con l’ intento primario focalizzato sull’ estensione delle basse frequenze, ma parlando in generale, una estensione piuttosto povera nelle alte frequenze. Molti costruttori hanno tentato di migliorare questa situazione con l'aggiunta di un tweeter di proiezione, ma la risposta in frequenza risultante è lontana da essere lineare, e soprattutto fuori asse. Muovendosi sul palcoscenico, il suono dell’ amplificatore del basso si modifica drasticamente, provocando al musicista di sentire continuamente la necessità di effettuare delle regolazioni di tono. Molti musicisti  professionisti che lavorano in studio e amano assolutamente ascoltare il suono della loro chitarra basso attraverso i monitor da studio di riferimento, spesso chiedono perché nessuno ha mai costruito un robusto monitor da studio ad alta potenza per uso sul palco.

La famiglia K di diffusori offre un’ amplificazione di qualità professionale per il basso elettrico, e con 1000 watt di pura potenza in Classe D per ogni cabinet, che sono più che in grado di suonare a volumi che non solo possono tenere il passo con gli altri strumenti sul palco, ma anche mantenere una coerenza di tonalità in tutta l'area di ascolto e in tutto lo spettro di frequenze di una chitarra basso.

I vantaggi in breve:

  • Gamma completa, riproduzione senza distorsione ad alto volume (come se si utilizzassero dei grossi monitor da studio sul palco).
  • Una risposta più lineare fuori asse si ottiene utilizzando la tecnologia DMT - questo si traduce in un suono più intelligibile per la band  sul palco, con un’ immagine stereo più ampia quando si utilizza una coppia stereo.
  • Modelli angolati da pavimento o per montaggio da palo, (modelli da 10” e 12”)
  • Un mixer a due canali a bordo (compreso un ingresso Mic) consente l’ amplificazione  strumentale simultanea e l' uso come monitor da palco.
  • Connessioni di by-pass e un' uscita misti sono forniti, per una facile connessione agli ingressi del mixer. 
  • Controllare il volume del vostro “mix” sul palco, utilizzando un Pedale di Espressione*

 

Artists